Regione Veneto

bonus facciate

Bonus Facciate 2020
La legge di bilancio 160/2020 all’Articolo 1, commi 219-224, prevede che per le spese documentate, sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B ai sensi del decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444, spetta una detrazione dall’imposta lorda pari al 90%.
Per le specifiche applicative si consiglia la consultazione dell’art. 1 commi da 219 a 224 della Legge 160/2019, della circolare del 14/02/2020 n. 2E “Detrazione per gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti prevista dall’articolo 1, commi da 219 a 224 della legge 27 dicembre 2019 n. 160 (Legge di bilancio 2020)”e della “Guida bonus facciate” predisposta dall’Agenzia delle Entrate, nonché la nota emanata dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MIBAC-UDCM Gabinetto 0004961 del 19/02/2020).
Condizione generale per usufruire del beneficio fiscale, occorre che gli edifici si trovino in aree che, indipendentemente dalla loro denominazione, siano riconducibili o comunque equipollenti a quelle A o B descritte dal D.M. n. 1444 del 1968.
Peraltro, la certificazione dell'assimilazione alle zone A o B dell'area nella quale ricade l'edificio oggetto dell’intervento, che la guida dell'Agenzia delle entrate richiede sia rilasciata dagli enti competenti, andrebbe riferita ai soli casi, verosimilmente limitati, in cui un Comune mai ha adottato un qualsiasi atto che abbia implicato l'applicazione del d.m. n. 1444 del 1968 nel proprio territorio. In tutte le altre ipotesi, infatti, la stessa guida non richiede specifici adempimenti e la ubicazione dell'immobile in area A o B, o equipollente in base agli strumenti urbanistici ed edilizi del Comune, può facilmente essere accertata dai soggetti interessati.
In base a queste indicazioni di seguito si pubblica la tavola grafica dalla quale è possibile individuare l’immobile e verificare la zona di PI nel quale lo stesso ricade.
-    Tavola 1a - Zone
-    Tavola 2 – zone significative;
Successivamente Mediante la seguente tabella di comparazione è poi possibile stabilire se il tessuto di PI è assimilabile o meno alle zone A e B di cui al DM 1444/1968.
-    Tabella equiparazione
Si ricorda infine che per l’esecuzione degli interventi, in relazione all’entità e alla tipologia delle opere previste, potrà essere necessaria la presentazione di una pratica edilizia.

Winzip TABELLA EQUIPARAZIONE
WinzipTAVOLA 1A - ZONE
WinzipTAVOLA 2 - ZONE SIGNIFICATIVE

 
torna all'inizio del contenuto